whistleblower

Iniziativa “Whistleblower” chiede alle società calcistiche di sospendere la vendita illecita di biglietti d’ingresso allo stadio troppo cari.

Football Supporters Europe  (FSE) ha iniziato una nuova campagna, il cui scopo è quello di chiedere alle società calcistiche di fermare immediatamente i rincari illegali che compaiono regolarmente quando ci sono incontri UEFA e di stabilire i prezzi secondo le direttive già esistenti della UEFA. Chiediamo ai tifosi delle squadre ospiti in tutta l’Europa di presentare protesta, non appena vengono a conoscenza che sono stati vittime del caro-prezzo per biglietti d’ingresso per partite UEFA.

 

Tifosi di diverse squadre che hanno seguito la propria squadra all’estero per le qualificazioni delle competizioni UEFA hanno dovuto costatare che la società della squadra ospitante ha chiesto fino a dieci volte di più per un biglietto d’ingresso rispetto ai tifosi della squadra di casa. Questa prassi di rincaro è vietata secondo le direttive UEFA (articolo 19, paragrafo 3), tranne nel caso che la squadra ospite ha fatto un accordo per quanto riguarda prezzi più alti. Inoltre questo procedimento crea grossi problemi finanziari per i tifosi, che hanno comunque alte spese di viaggio per raggiungere il  Paese ospitante.

FSE chiede ai tifosi in Europa che prossimamente giocheranno all’estero, di protestare immediatamente non appena hanno prove di biglietti troppo costosi e dovrebbero fare pressione alla propria società in modo che essi chiedano lo stesso prezzo come i tifosi della squadra di casa. Nel caso che le società si rifiutassero le squadre ospiti possono rivolgersi agli organi disciplinari dell’UEFA. In questo modo la squadra ospitante potrebbe  incorrere a grosse sanzioni e potrebbe essere costretta a rimborsare la differenza dei biglietti troppo cari.

L’FSE ha creato con info@fanseurope.org un proprio indirizzo mail dove i tifosi possono chiedere consiglio, sostegno e aiuto. Oltre a ciò i tifosi possono riferire le proprie esperienze e segnalare apertamente le società che volevano chiedere più del dovuto per il biglietto d’ingresso. Primi semplici consigli sono indicato sul sito nella sezione “attività”. FSE inoltrerà in seguito tutte le informazioni alla UEFA.

Tam Ferry, membro del comitato FSE:

La maggior parte dei tifosi hanno avuto un’esperienza di prezzi ingiusti per biglietti d’ingresso per partite UEFA. Oggi, però, con l’inizio delle qualificazioni per l’Europa League, chiediamo ai tifosi di segnalare le società che violano i regolamenti dell’UEFA chiedendo per i biglietti prezzi più rispetto ai propri tifosi della stessa categoria. Nelle norme di sicurezza è chiaramente affermato, che il prezzo d’ingresso per un tifoso della squadra ospite non può essere più alto rispetto ad un biglietto di una categoria paragonabile di un tifoso della squadra di casa, tranne nel caso in cui entrambe le società abbiano fatto un accordo in precedenza. La nostra idea è di raccogliere informazioni di società, o anche di federazioni che violano le norme UEFA durante le qualificazioni per gli europei 2012, e di indicare ai tifosi come procedere con la protesta, contattando la società o la federazione che la inoltrerà alla UEFA.

 

Pedro Faleiro Silva, membro del comitato FSE:

Tifosi leali sono già da troppo tempo vittime di prezzi ingiusti. Mandando un messaggio a tutti i tifosi in Europa, speriamo di portare alla luce l’ingiustizia e di fermare in  questo modo la  discriminazione di tifosi ospiti. Il Calcio non è nulla senza tifosi e loro si meritano di avere parità di diritto. Se sapete qualcosa  a proposito del “caro-prezzo” mettetevi al più presto in contatto con l’FSE, meglio prima della partita e comunicate il prezzo del biglietto, segnalando con più prove possibili la differenza.

Contatti

Football Supporters Europe eV

Koordinationsbüro

Postfach 30 62 18
20328 Hamburg
Germany

Tel.: +49 40 370 877 51
Fax: +49 40 370 877 50
Email: info@fanseurope.org

Colophon